La persona al centro di un percorso psicologico: alla scoperta di se stessi


LA PERSONA AL CENTRO DI UN PERCORSO PSICOLOGICO: ALLA SCOPERTA DI SE STESSI

 

Disagi e problemi: quando il malessere prende il sopravvento può essere utile dedicarsi uno spazio e un tempo per sè. Chiedere aiuto può non essere facile: dubbi e timori possono sopraggiungere e far posticipare tale decisione che, quando viene presa, può rilevarsi un affascinante cammino di crescita personale con momenti di fatica ma anche di soddisfazione per i miglioramenti raggiunti.

Andare dallo psicologo non è da pazzi come alcuni ritengono ma può diventare un'opportunità: superato lo scoglio iniziale e incontrato un professionista con cui si sente il feeling giusto, può rilevarsi un'esperienza che, oltre a superare il problema per cui vi si è rivolti, rappresenta un arricchimento che accompagna per tutta la vita.

Attraverso una relazione di aiuto fondata sull'accoglienza dell'altro per quello che è, si pongono al centro i bisogni dell’individuo valorizzandone le capacità di cambiamento in uno spazio di ascolto in cui non si è soli con il proprio disagio e le proprie preoccupazioni. Un ascolto attivo, attento ed empatico che mira a chiarire emozioni, pensieri e comportamenti, offrendo spunti di riflessione che favoriscono la visione di una nuova prospettiva: la persona viene messa al centro di un percorso psicologico promuovendo una riflessione sul suo mondo relazionale e sul suo mondo interno, al fine di incrementare la consapevolezza di sè attraverso un supporto professionale che con mezzi e strumenti adeguati attiva risorse e potenzialità che gli individui possiedono.

Dal mio punto di vista la sofferenza psicologica puo’ essere rappresentata come un urlo di dolore che cerca disperatamente di venir fuori. Lo psicologo risponde a questa richiesta di aiuto supportando la persona nella ricerca di un senso a tale dolore dandogli voce in un clima empatico e non giudicante. L’obiettivo è favorire la conoscenza di sé, del proprio modo di entrare in relazione e delle proprie risorse, rielaborando i motivi del disagio e acquisendo strumenti concreti non solo per affrontare la situazione “qui e ora” ma anche per superare i problemi futuri intriseci della vita, senza dipendere dal professionista grazie alle potenzialità scoperte.
 

Dott.ssa Annalisa De Filippo
Psicologa a Sesto San Giovanni (Milano)